Invalidità civile , legge 104

Con la domanda per l'invalidità civile i lavoratori dipendenti accedono ad alcuni benefici:

  • Permessi retribuiti ai sensi dell'art. 33 della Legge 104/92
  • Congedo straordinario ai sensi della Legge 388/2000 - art.42 del D.lgs. 151/2001 

I genitori, anche adottivi o affidatari, di figli disabili in situazione di gravità con età inferiore ai tre anni, possono fruire alternativamente di:

  • 3 giorni di permesso mensile (frazionabili in ore);
  • prolungamento del congedo parentale;
  • riposi orari giornalieri di 1 o 2 ore a seconda dell’orario di lavoro.

I genitori, anche adottivi o affidatari, di figli disabili in situazione di gravità di età compresa tra tre e otto anni, possono fruire alternativamente di:

  • 3 giorni di permesso mensile (frazionabili in ore);
  • prolungamento del congedo parentale.

La domanda di Invalidità Civile, Handicap, Disabilità, Cecità e Sordità non vanno presentate all'ASL ma all'INPS.
La domanda può essere presentata, dall'interessato o da chi lo rappresenta legalmente (genitore, tutore, curatore).
La presentazione della domanda è informatizzata e deve rispettare alcuni precisi passaggi:

  • rivolgersi al Medico curante per il rilascio del certificato introduttivo (attraverso cui il Medico attesta la natura delle infermità invalidanti, riporta i dati anagrafici, le patologie invalidanti da cui il soggetto è affetto, le eventuali patologie stabilizzate o ingravescenti che danno titolo alla non rivedibilità e l’eventuale sussistenza di una patologia oncologica in atto). Tale certificato (eventualmente corredato da certificati specialistici) sarà compilato dal Medico su supporto informatico ed inviato telematicamente all’INPS. Una volta compilato il certificato, il Medico consegnerà all'interessato: 
  • un codice univoco generato dal sistema informatizzato;
  • il certificato introduttivo firmato in originale (che ha validità 30 giorni: se non si presenta in tempo la domanda, il certificato scade e bisogna richiederlo nuovamente al Medico).
  • si deve poi presentare domanda all’INPS per via telematica. Il Cittadino può farlo autonomamente, dopo essersi registrato nel sito dell’INPS oppure tramite il Contact Center INPS), oppure attraverso gli enti abilitati (associazioni di categoria, patronati sindacali, CAAF, altre organizzazioni).Nella domanda che si sta presentando sono da indicare: i dati personali e anagrafici, il tipo di riconoscimento richiesto (invalidità), le informazioni relative alla residenza e all’eventuale stato di ricovero. Va abbinato inoltre il certificato introduttivo ottenuto dal Medico (vedi punto 1).  Si ricorda che la domanda di accertamento dell'invalidità può essere richiesta anche contemporaneamente all'accertamento dell'handicap (Legge 104/92) e/o all'accertamento della disabilità (Legge 68/99): non è cioè necessario presentare due domande distinte. 
  • il Cittadino verrà in seguito convocato alla visita per l’accertamento della condizione di invalidità entro 60/90 giorni dalla presentazione della domanda (i tempi si riducono a 21 giorni nel caso di patologia oncologica in atto).Qualora la persona sia intrasportabile (poiché il trasporto comporta un grave rischio per l’incolumità e la salute della persona) è possibile richiedere la visita domiciliare. Anche in questo caso è necessario ricolgersi al Medico curante per farsi rilasciare il certificato con richiesta di visita domiciliare. Il Cittadino viene informato della data e dell’ora stabilita per la visita domiciliare.
  • La visita avviene quindi presso la Commissione della Azienda ASL, integrata con un medico dell’INPS. La Commissione accede al fascicolo elettronico contenente la domanda e il certificato medico. La persona può farsi assistere, a sue spese, dal proprio Medico di fiducia.
  • In caso di assenza alla visita la persona sarà riconvocata. In caso di assenza ingiustificata anche alla seconda convocazione, la domanda viene archiviata e il Cittadino dovrà presentare una nuova domanda, previo rilascio del certificato da parte del Medico curante.
  • Il verbale definitivo, composto da due versioni (una contenente tutti i dati sensibili e una contenente solo il giudizio finale), viene infine inviato dall’INPS al Cittadino.
  • Le informazioni sull'invalidità civile e sulle agevolazioni per persone con  handicap, cecità e sordità si trovano nella sezione dedicata all'Invalidità civile del sito dell'INPS: http://www.inps.it/portale/default.aspx?itemdir=5358http://www.inps.it/portale/default.aspx?itemdir=5792
Invalidità civile , legge 104 | AISMEL

Errore

Si è verificato un errore inatteso. Riprova più tardi, grazie.